Leggenda del Drago, si riconferma strumento di lettura della realtà

Al principe di Stigliano si chiede difesa e protezione non solo dai guai scatenati da una  natura capricciosa ma anche dall’arroganza di banditi senza scrupoli che vessano e depredano il territorio.Il lento procedere delle centinaia di fiaccole dei figuranti che hanno illuminato  la notte stiglianese, insieme ai fuochi d’artificio finali, simbolo della ritrovata libertà dalla schiavitù del male, sono due dei momenti che più di tutti hanno emozionato il pubblico della quarta edizione de “La leggenda del drago”, cine-spettacolo organizzato dall’associazione  “Stigliano Eventi” nell’anfiteatro naturale di San Raffaele Pantano, nei pressi del centro storico. Un’edizione arricchita, curata nei particolari nonostante le difficoltà organizzative, gli immancabili disguidi dell’ultimo momento e il fresco tipico e pungente dell’agosto stiglianese che è tornato protagonista dopo settimane di caldo africano. Continua a leggere

La lotta contro il “drago”: metafora della vita

leggendadrago_12 651Una lettura TEOLOGICA  della “LEGGENDA DEL DRAGO” (rappresentazione scenica tratta dal libro omonimo, giunta alla 4ª edizione, a cura dell’Associazione Culturale “STIGLIANO EVENTI”, in provincia di Matera, Basilicata).

 La scena finale della suggestiva rappresentazione teatrale a cui ho assistito ieri sera (in vacanza a Stigliano, mio paese natìo), momento topico di tutta la vicenda storico-locale ricostruita, risalente al XV secolo e intrisa di aspetti mitologici, mi ha come rapito dal contesto in cui il tutto era ambientato, schiudendomi a una lettura trascendente, di antropologia cristiana, in cui ho visto il destino di ogni uomo chiamato a lottare contro il male per tutto il tempo del suo soggiorno terreno. Continua a leggere