2009-2010-2011-2012 Quattro anni magnifici…

Quattro edizioni della “Leggenda del drago”. Sono stati tutti anni magnifici, conditi di grandi contenuti e grandi amicizie.

 la leggenda del drago 2012  011

Ogni anno ha portato consensi e polemiche, intese e provocazioni.
Qualcuno, ad esempio, sostiene che la rappresentazione, dopo quattro anni, andrebbe cambiata per tema e contenuti, altri che andrebbe confermata per caratterizzare Stigliano, così come lo sono Accettura per il Maggio o San Mauro per i Campanacci.
Quello che però si registra è un diffuso interesse, anche fuori regione, per quello che in quattro anni si è fatto.
È un Paese intero che si mobilita, una comunità che si muove.
È l’orgoglio di un’appartenenza che rende possibile realizzare eventi che altrove hanno richiesto il coinvolgimento di Istituzioni regionale (APT) per essere realizzati, in assenza del quale, anche realtà ben più grandi della nostra, non riescono nemmeno ad immaginare eventi di tale portata. 
Questa quarta edizione è stata la più intensa, la più sofferta.
La comunità stiglianese è stata colpita da gravi lutti che ne hanno limitato partecipazione e coinvolgimento.
Poi si sono aggiunti altri problemi, non ultimo quello della scarsa professionalità di alcuni gruppi. Alcuni Falconieri di Potenza che avevano assicurato la loro presenza e con i quali si era raggiunta anche l’intesa economica, a soli tre giorni dalla manifestazione hanno fatto venir meno il loro impegno lasciando gli organizzatori in serio imbarazzo, solo in parte mitigato dalla presenza di un altro gruppo di falconieri per il giorno 11 agosto. . 
Anche per queste ragioni, cui si sommano quelle dovute a ritardi burocratici nella erogazione dei finanziamenti, abbiamo dovuto organizzare, in meno di un mese, una manifestazione che richiede ben altri tempi.

la leggenda del drago 2012  005

Abbiamo subito anche l’inconveniente della rottura di parte del congegno che determinava i movimenti del drago, rottura che si è tentato di riparare dapprima in officina e poi anche in agro San Raffaele, ma gli interventi di riparazione non fornivano adeguate garanzie sul piano della sicurezza.
Chiediamo scusa a quanti hanno perso, per colpevoli ritardi imputabili al sottoscritto, il cine spettacolo il giorno 11, mentre ci rallegriamo per quello offerto il giorno 12 dove tutto è sembrato funzionare bene.
L’offerta attrattiva nel borgo si è arricchita prima e dopo il cinespettacolo. I cantastorie di Stigliano hanno rallegrato i presenti il giorno 11, mentre il giorno 12 è stato il momento della “pizzica”.
Come non rimarcare il professionale e affascinante impegno di Linda Jael, danzatrice del ventre di origini stiglianesi. 
È stato anche l’anno della Giostra “viaggiante”, quello che ha visto Roccanova ospitare la terza edizione della Giostra di cavalli e cavalieri intercomunale, oltrepassare i confini comunali di Stigliano (primo organizzatore della rievocazione) per rendere tale evento sempre più allargato ed itinerante.
Come Presidente dell’Associazione Stigliano Eventi, non posso che esprimere grande, grandissima considerazione per chi in questa quarta edizione ha dato tanto perché si era in piena emergenza.
Notti insonni e albe anticipate.  
la leggenda del drago 2012  001

Ringrazio le Forze dell’Ordine (in verità scarsamente impegnate grazie all’alto senso di civiltà di tutti i partecipanti, attori e spettatori), i volontari e quanti ancora credono in questo progetto.
Sul piano personale ringrazio per le intense emozioni vissute.
Le occasioni che tali manifestazioni offrono sul piano delle amicizie, delle intese, della collaborazione non hanno pari.
Mi è mancato un abbraccio finale, quello che sempre si è ripetuto. Eri assente giustificato, AMICO MIO.
Concludo dicendo: è vero, AMICA MIA, la leggenda non è di nessuno, è tua quanto mia e lo è di tutti quanti credono in questo progetto.

Francesco Micucci